Come abituare il cane al trasportino


Consigli pratici su come abituare il cane al trasportino

Come in tutte le fasi dell’addestramento anche per abituare il cane al trasportino bisogna addestrarlo in modo graduale così che si abitui a capire che il trasportino è il suo rifugio naturale, dove sentirsi sempre protetto e al sicuro.

Il primo consiglio pratico è quello di inserire nel trasportino il suo gioco preferito, possibilmente l’inserimento del gioco deve essere fatto insieme a lui, così che capisca di entrare in modo naturale. La porta della gabbia deve essere sempre lasciata aperta così che possa entrare ed uscire liberamente

Come abituare il cane al trasportino

In commercio esistono molti trasportini che si aprono anche dall’alto per agevolare la pulizia. In questo caso levare il coperchio può aiutare i primi giorni a farlo sentire più libero

Nel caso che il gioco non funzioni, perché il cane entra ed esce subito dalla gabbia possiamo provare con il cibo, invitandolo a mangiare i pasti nella ciottola che inseriremo all’interno.

Idem nei giorni successivi è il ripetere gli stessi gesti anche con un osso o qualcosa di appetitoso.

Il nostro scopo è quello di arrivare a chiudere il trasportino e farlo restare dentro tranquillo e accovacciato per qualche minuto.

Il tutto dovrà avvenire in modo graduale, con il padrone che pian piano si allontanerà sempre di più cercando di rassicurare il proprio compagno peloso che è nel suo posto preferito.

Altro consiglio utile è quello di non forzare mai la mano. Se si vede che il cane inizia ad innervosirsi bisogna subito aprire lo sportellino e farlo uscire. Ogni volta, invece, che si avrà un miglioramento nel comportamento si premierà il cucciolo con un bocconcino prelibato.

Anche l’utilizzo di un cuscino e di una ciotolina con acqua fresca possono essere validi aiuti a far sentire il vostro cane al sicuro e quindi renderlo tranquillo e sereno.

Come sempre il consiglio migliore per abituare il cane al trasportino è sempre lo stesso … avere tanta pazienza prima di tutto e poi rendere il tutto come se fosse un gioco.

Un gioco che chiaramente va premiato tutte le volte che si ha un miglioramento.

 

 

Potrebbero interessarti anche: