La mutua per cani: sconti per veterinari e servizi


La mutua per cani darà sconti del 50% per veterinari e servizi

Si chiama “Dottor Bau” la assistenza veterinaria gratuita che si ha con la mutua per cani che farà risparmiare il 50%  sui prezzi di veterinari e servizi .

La mutua per cani costerà invece 120 euro l’anno e prevede uno sconto del 50% per i proprietari di cani esenti da ticket e si baserà su un sistema privato di assistenza per gli amici a quattro zampe lanciato dalla Mutua italiana assistenza sanitaria (Mias) in partnership con FareAmbiente, Movimento ecologista europeo e con la compagnia assicurativa EuropAssistance.

La mutua partirà a fine febbraio 2017 e l’adesione all’assistenza sarà disponibile online su un sito dedicato e tramite i canali social, nei pet shop, presso la grande distribuzione e le Guardie Ecozoofile di FareAmbiente

ll disegno di legge depositato in Senato ha anche una parte, come dicevamo, dedicata alle cure gratuite con un elenco specifico delle categorie di animali che potranno beneficiarne, ovvero gli ospiti delle strutture gestite da associazioni di volontariato, i cani e i gatti usati per la pet-therapy, i cani di quartiere ed i gatti delle colonie feline. Inoltre, nel caso di animali raccolti per strada, il primo intervento dal veterinario sarà gratuito.

“Dottor Bau” prevede numerosi servizi che vanno dalle cure veterinarie alla cremazione. Agli associati verranno dati dei sussidi di natura sanitaria per garantire e tutelare i compagni a quattro zampe.
L’iniziativa mira a ridurre gli abbandoni e considerare gli animali d’affezione come un membro della famiglia.

“Si tratta di una serie di garanzie e di sussidi sanitari erogati all’associato in caso di ricovero del cane e o gatto. Abbiamo studiato tutta una serie di garanzie – ha spiegato Claudio Andrea La Rosa, presidente della Mias – Come ad esempio ‘Per Sempre’, dove ci rendiamo garanti tramite la struttura qualificata delle Guardie ecozoofile di FareAmbiente nel trovare una sistemazione adeguata all’amico pet in caso di decesso o inabilità del suo padrone”.

“Gli animali ci fanno star meglio – prosegue La Rosa – Adottare un cane o un gatto non deve essere considerato un lusso, ma un valore sociale. Oltre il 55% delle famiglie italiane ha adottato un animale domestico, direi che basta questo dato strabiliante per chiarire e comprendere l’importanza e la funzione sociale di questo rapporto. I benefici economici, sociali e sulla salute che ne conseguiranno sono evidenti, tanto da poterli considerare veri e propri ammortizzatori sociali; le ultime ricerche, infatti, parlano di oltre 4,5 miliardi di risparmio sui servizi erogati dal servizio sanitario”.