Come scegliere le crocchette migliori


Visto che molti nostri lettori ci chiedono come scegliere le crocchette migliori per il loro cane abbiamo deciso di scrivere questo articolo in più parti per cercare di fornire più informazioni possibili ed aiutare a capire come deve essere letta l’etichetta degli ingredienti presente su ogni confezione.

Anche se riteniamo che una dieta casalinga sia la migliore soluzione, ben capiamo quanto sia difficile, soprattutto se abbiamo poco tempo, preparare tutti i giorni i pasti per il nostro compagno peloso, soprattutto se abbiamo poco tempo, anche perché sempre più veterinari consigliano di aggiungere al cibo fresco gli integratori.

migliori-croccantini

Quindi scegliendo cibo secco riusciamo, se compriamo crocchette di qualità, a fornire un alimento equilibrato, anche se non paragonabile a quello fresco, perché comunque è processato, ossia cotto, macinato e lavorato. Ecco il perché nelle tabelle nutrizionali sono presenti vitamine e integratori.

Abbiamo creato questo sito perché fondamentalmente eravamo stufi di farci ingannare dalla pubblicità, e quindi i nostri lettori, leggendo le singole schede prodotto possono in modo semplice analizzare tutti i componenti e capire quale alimento sia il migliore per una razza rispetto ad un’altra, con un occhio particolare rivolto al portafoglio.

Prima di tutto il primo grande ed importante distinguo va fatto tra gli alimenti premium e quelli da supermercato. Quest’ultimi generalmente si caratterizzano per la qualità scarsissima degli ingredienti, per la presenza di coloranti e di additivi.

Ma come di deve scegliere la crocchetta migliore? Bisogna partire dalla etichetta, perché per convenzione gli ingredienti devono essere riportati in ordine decrescente di peso. Quindi il primo ingrediente che si legge è sempre quello presente con la percentuale più alta, e se troviamo come primo ingrediente i cereali, bisogna stare sempre attenti, soprattutto se non specificati (Riso? Mais? Orzo? Avena?). Idem per le carni e derivati, che non solo dovrebbero essere al primo posto, ma se genericamente troviamo 5% è pollo e il resto da altri animali non specificati, bisogna far scattare subito il campanello d’allarme.
Gli estratti di proteine vegetali potrebbero significare glutine di mais o frumento, che sono fonti economiche di proteine vegetali. Ci sono anche gli zuccheri che certo non fanno bene ai nostri cani, e purtroppo anche conservanti, coloranti e anti ossidanti.

In sostanza questa crocchetta è composta maggiormente da cereali, una parte di carni e derivati, e altri ingredienti poco sani come zuccheri e additivi

Le informazioni qui pubblicate non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del medico.

Potrebbero interessarti anche: